Regolamento 

Aggiornato al 22.04.2017
 

Regolamento Generale approvato dall’Assemblea in data 22 aprile 2017                                                   

Art. 1

     Per essere iscritto al Circolo Nautico  Cincinnato, l’aspirante socio dovrà  presentare al Consiglio di Amministrazione  domanda  di  ammissione come previsto dall’art. 4  dello Statuto, secondo  lo schema di domanda allegato al presente Regolamento, e fornendo le notizie richieste nonché  l’indicazione, se possibile, di un socio presentatore.

Art. 2

     Il  nuovo  Socio  deve versare, entro  30  giorni dalla  comunicazione di accoglimento della  domanda, pena decadenza:

a)  la  tassa  di ammissione di cui all’art.5  dello  Statuto,

b)  le  quote  di  capitale  sociale  nel  numero e importo  fissato  dall’Assemblea.

Il nuovo  Socio dovrà  inoltre  versare, come  tutti i  soci  effettivi  e  nei  termini  stabiliti,  la  quota  annuale per  spese  ordinarie e, quando  previste, quelle  straordinarie.  La  suddetta  quota dovrà  essere versata per l’intero esercizio sociale in corso al  momento  dell’accettazione  della  domanda con  le  modalità  indicate  all’art. 1.

L’importo  di  cui al punto  a)  sarà  determinato  annualmente  dal  Consiglio  di  Amministrazione, mentre   il valore  della  quota del  capitale  sociale, di cui al  punto  b),  risulta  determinato  dall’ art.11  dello  Statuto  in  Euro  110,00.

Il  Socio  che  subentra  per  successione  è  dispensato dal  pagamento  dei  due   contributi  di  cui  sopra.

Il  Socio  che  subentra  per  cessione  di  quota è  tenuto  al  versamento di  un contributo, determinato  annualmente  dal Consiglio d’Amministrazione, dovuto a titolo di diritti  amministrativi.

Art. 3

     La  qualifica  di  socio  non  può  essere  ceduta senza  che  il  Consiglio  di  Amministrazione  deliberi  l’accettazione del   socio  subentrante; questi  dovrà  comunque  trovarsi  nelle  condizioni  previste  dall’art. 3  dello  Statuto.

Art. 4

     I Soci  ed  i  familiari  di  cui al successivo  art.8  devono  essere  forniti  di  tessera  nominativa  con  foto, vidimata per l’anno  in  corso, la quale  dà  pieno  titolo all’ingresso  ed  alla frequentazione di tutti i  locali della  sede  sociale  e  della  spiaggia .  In  collegamento  alla tessera del  socio  possono essere acquistate   tessere non  nominative  (al portatore)  per un massimo di 2 annuali,  e  biglietti  giornalieri  e  speciali per  soli amici  ed  invitati,  previa  vidimazione  per l’anno in  corso.  Le  tessere ed i biglietti  dovranno  essere  esibiti  ad  ogni  richiesta  del  personale  preposto e sono strettamente  personali;  ogni  abuso  sarà  deferito  al  Consiglio  di  Amministrazione  che  giudicherà  e  prenderà  i  provvedimenti  del  caso che  possono  giungere  fino  alla  revoca del  titolo  e  dello  status  di socio. 

Casi  particolari saranno, a richiesta, valutati  dal  Consiglio  di  Amministrazione.

Art. 5

     Il  Consiglio ha  facoltà  di  offrire una  tessera  annuale  onoraria  per l’anno in corso, che dà  diritto all’ingresso ed  alla frequentazione  dei  locali e  della  spiaggia del  circolo, a  personalità e  personaggi pubblici particolarmente impegnati nel sociale o che abbiano  particolari  meriti culturali  e amministrativi.

Art. 6

      I  Soci  ed  i familiari di cui al successivo  art.8  devono  mantenere in  tutti  gli  ambienti  comuni  un contegno corretto  e  conforme  alla  buona  educazione ed al  comune  senso  del  pudore, astenendosi da atti o  proferire  frasi  che  possano  recare  disturbo. Essi  dovranno  inoltre astenersi dal compiere  atti che  possano  danneggiare il  materiale, le  attrezzature ed  i  beni  sociali.  Gli  eventuali  danni, prescindendo dai  provvedimenti   di  ordine  disciplinare che  potranno essere  adottati  dal  Consiglio  di  Amministrazione,  dovranno  essere  immediatamente  risarciti.  Nel  caso  in  cui  l’interessato o  suoi  aventi  causa, richiamati ad un corretto comportamento, insistano nell’atteggiamento   dannoso o  comunque  non conforme allo  spirito ed alle regole del  Circolo, Il  Presidente ha  facoltà  di  sospenderlo, in  attesa di riferire al  Consiglio  di  Amministrazione, che si  riunirà  nel  più  breve  tempo  possibile  per  prendere  quei  provvedimenti  che  riterrà  più  opportuni  in  linea  con lo Statuto  ed il  Regolamento.

Art. 7

      Il  Socio,  a  titolo  di  anticipazione  sul  contributo  annuale per le  spese  ordinarie, che verrà  determinato dall’Assemblea in  sede  di  approvazione  di Bilancio, deve  versare  entro e  non oltre  il 30  novembre la somma che  verrà  stabilita  dal  Consiglio  di  Amministrazione sulla  base  delle  risultanze dell’ultimo bilancio di  esercizio  approvato.  Il  saldo del  contributo  dovrà  essere versato in  due  quote con scadenza 30 gennaio e 30 maggio, questa ultima nella misura che  verrà  approvata  in  sede  di Assemblea.

Il  mancato  pagamento entro  le  date  stabilite  renderà  il Socio  moroso ed  egli  perderà  il  diritto  di partecipazione  all’Assemblea e di  accesso  al  Circolo per il periodo della morosità.  La  data  di  pagamento è  quella  risultante dalla  ricevuta del  versamento effettuato all’Ufficio  Postale  o ad  un Istituto  di  Credito.

Il  Socio  moroso per  mettersi  in  regola dovrà  dimostrare  di  aver  provveduto al  pagamento  di  quanto  dovuto  più  un  importo, quale  penale, pari  a € 5,00 per  ogni  mese o  frazione di  mese di ritardo. Sarà tollerato un ritardo nel pagamento delle quote di 15  giorni.

Art. 8

     Oltre  al  socio  possono  accedere ai  locali  del  Circolo ed  alla  spiaggia  anche i familiari, parenti, affini ed  il personale  di  servizio del  socio, anche  se non conviventi, rientranti in uno  dei casi  previsti dai codici  di  identificazione  in  calce  alla  Scheda  Famiglia allegata  al presente  Regolamento ,  solo se  in  possesso della  tessere nominativa  con  foto di  cui  all’art.4.  Eventuali  ospiti  o  amici  possono  accedere ai locali  del  Circolo ed  alla  spiaggia  solo se  provvisti  di  tessera  non  nominativa  (al portatore)  e/o  biglietto  di ingresso e  accompagnati dal  socio o da  persona  munita  di  tessera nominativa ; in alternativa occorre comunque la  relativa  autorizzazione o  comunicazione da  parte  di  questi.

Art. 9

     Il  rilascio  dei  tesserini  personali nominativi  e  delle  tessere non-nominative ( al  portatore) è  subordinato  alla compilazione e presentazione, da parte  del  socio, della scheda-famiglia  allegata  al  presente  Regolamento.  In  detta  scheda  il  socio  dovrà  dichiarare sotto la propria  responsabilità, i  nominativi, con data  di  nascita  e rapporto  di  parentela o  affinità  dei  familiari per i quali  richiede  l’emissione delle  tessere  in  questione,  e  le  altre  informazioni  richieste.  Le  dichiarazioni  mendaci saranno  rimesse  al  Consiglio  di  Amministrazione  per  i  provvedimenti  da assumere  a  carico  del  Socio, che potranno  giungere  fino  alla espulsione.    In  ogni  caso  la  mancata  presentazione  annuale della  scheda-famiglia, entro la scadenza dell’ultima rata,  comporta  la  sospensione del  diritto di accesso ai  locali ed alle  attività  del  Circolo.

Art. 10

     Annualmente il  Consiglio  di  Amministrazione determina e  sottopone all’approvazione  dell’Assemblea:

a)  il costo  della  tessera  nominativa di accesso  per i familiari indicati  nella  scheda–famiglia.

b)  il  costo  della tessera  non-nominativa  (al portatore)  e  dei  biglietti  giornalieri di  ingresso.

c)  il  costo del  corrispettivo da versare per  la  possibilità  di  parcheggio dell’autovettura  negli  spazi  destinati. 

d)  il  costo del  corrispettivo da versare per la  possibilità di stazionamento  delle  imbarcazioni  sulla  spiaggia.

e)  il  costo per  eventuali  intrattenimenti   ed  eventi  .

Art. 11

     I bambini di età  inferiore  agli anni  6  possono  accedere gratuitamente  ai  locali  del Circolo ed  alla  spiaggia solo se  accompagnati da  persona  responsabile e  provvista  di  titolo  di  accesso.  I  ragazzi  di età superiore  agli  anni  6 ma  minorenni, possono  frequentare, sotto  la  responsabilità dei  genitori e  purché in possesso del  titolo  di  accesso, tutti  i  locali del  Circolo e  la spiaggia.

Art. 12

     Il  Socio  è  responsabile, nei  riguardi  del Circolo, del  comportamento di  familiari o  ospiti che,  a  qualunque  titolo, frequentano i  locali sociali  e  la  spiaggia.  Qualora il  socio o  la persona  di  cui  risponde in base  agli  articoli   precedenti,  dovesse  compiere  atti, tenere  atteggiamenti o comportamenti contrari a quanto  disposto  dallo  Statuto o  dal  Regolamento, il Consiglio  di  Amministrazione, prima  di applicare l’art.7  dello  Statuto,  delibera  la  sospensione  del  socio per una  durata variabile da  1  a  12  mesi, compreso  il periodo  estivo, senza  esonero dal pagamento delle  quote e senza  rimborso  delle  tessere  sociali , che  verranno  ritirate  per  tutto  il  periodo  della  durata della  sospensione. La  mancata  riconsegna  delle  tessere  nel  periodo di sospensione  fa  automaticamente scattare  la  applicazione  dell’Art.  7  dello  Statuto.   Il  Consiglio  di  Amministrazione  ,  prima  di  applicare  qualunque  sanzione,  dopo  aver  ascoltato la  persona che ha commesso l’infrazione, dovrà comunque  permettere al  socio responsabile di presentare le  proprie  giustificazioni.

Art. 13

     Il  Consiglio  di  Amministrazione, oltre  ai  compiti specificatamente attribuitigli  dallo  Statuto :                    

-  delibera sui  reclami dei soci e su eventuali controversie  fra  gli  stessi.                                                                                                  

-  applica  le  sanzioni  previste  dallo  Statuto e  dal  presente  Regolamento.

-  nomina  il  personale  di  Segreteria  e  dei  servizi.

-  fornisce  informazioni  e  comunicazioni ai  soci tramite modi  postali tradizionali e tramite  modi  digitali e sistemi di  rete con nuove  tecnologie, o esposte in Segreteria durante la stagione di apertura del Circolo.

Stabilisce  inoltre: 

-  i  Regolamenti  Specifici  per  attività  e  servizi  resi  ai  soci.

-  le  tariffe ed  il  costo  dei  servizi  di  qualsiasi  genere.

-  gli  orari di  tutta  la  organizzazione,  tenuto  conto  delle  Ordinanze  pubbliche.

Delibera  inoltre  su  :

-  l’importo  di  cui  all’art.  2  punto  a.

-  l’aggiornamento  del  numero  massimo  dei  soci  in  relazione  alla  ricettività  della  spiaggia.

-  l’espulsione  dei  soci  in  base  all’art.  7  dello  Statuto.

-  le  procedure  di  dimissioni  da  socio e  dalle  cariche  sociali.

-  le  procedure da seguire per regolare il saldo delle pendenze  economiche in  caso di dimissioni  o  espulsione del socio in  esecuzione  degli  artt. 5,9, e 10  dello  Statuto.

- le  nuove  domande  di  ammissione,  che  il  Consiglio,  ha  facoltà  insindacabile  di accettare, rigettare, o  rinviare all’anno  successivo .

-  i trasferimenti delle quote.

Il  Consiglio  di Amministrazione , salvo  quanto  disposto  dallo Statuto,   adotta la  legislazione  vigente per le  società  s.r.l  per  le modalità di  sostituzione  temporanea  dei  consiglieri, convocazione, ordine  del  giorno, validità  delle  sedute,  verbali.

Art. 14

     Il  Consiglio  di   Amministrazione, ai  sensi  dell’art.  24  dello  Statuto,   può  eventualmente affidare ad  un  socio  non  Consigliere  compiti specifici,  con  l’obbligo  di  riferire  al  Consiglio  stesso.  Il  Consiglio  potrà  nominare   nell’ambito  dei  Consiglieri , vari  Delegati  per  specifiche  funzioni.  Ciascun  Delegato sarà  preposto al  buon  andamento del  servizio  curando  le  attività  a  lui  delegate.  Tutti  i  Delegati  riferiscono  al  Consiglio  di  Amministrazione.

Art. 15

     Il  Consiglio  di  Amministrazione cura,  registra, conserva  nella  Sede  Sociale  gli  atti  Costitutivi, i titoli di proprietà,  le Ordinanze pubbliche, le  Autorizzazione  periodiche  e  permanenti, i  permessi, i  contratti  in  vigore, i  Registri  Sociali, i  fascicoli e  registri  dei  soci, nel  rispetto  delle  norme  sulla  privacy; nonché le certificazioni contabili, fiscali , amministrative  e  tecniche  necessarie  alla  gestione del  Circolo.

Per particolari  esigenze di sicurezza, urgenza e riservatezza nei  rapporti con Enti, Autorità pubbliche, o professionisti vari, atti e documenti  possono  essere  trasferiti  presso una sede privata del Presidente, previa informazione al   Segretario che ne  registra il  trasferimento.

Art. 16

     Ai  sensi dell’art.24  dello  Statuto, in  attuazione  dell’art.  22 dello  Statuto vigente  del  29/7/2016, Il  Consiglio di Amministrazione  delibera  che  per  regolare  le  candidature dei  non-soci  alle  votazioni per  il Consiglio  di  Amministrazione, è  prevista  la  presentazione sottoscritta  da  un  socio  cooperatore di  una  sola  candidatura e di  una  speciale  scheda-famiglia che  riporta  i  dati  anagrafici del candidato, la residenza ,  i recapiti  telefonici  ed  e-mail,  corredata  dal  codice  di  qualificazione per  i familiari  parenti ,  affini o coniuge  già  in  vigore  per i familiari  dei  Soci  del Circolo  Nautico  Cincinnato , e  dalla  dichiarazione  che  non  sussistono in  capo  al  candidato  cause  di  ineleggibilità di  cui  all’art.2382  del  Codice  Civile.  Per  i  gradi  di  parentela e  affinità si  applicano  i  criteri del  Codice  Civile  artt. 74,75  e  seguenti, che  prevedono per   i  parenti: figli e  genitori,fratelli  e  sorelle, nipoti  e nonni;  e  per  gli  affini: suocero ,genero  e  nuora, fratelli  e sorelle della  moglie  o  del  marito.  Le dichiarazioni mendaci saranno rimesse al Consiglio di Amministrazione per i provvedimenti da assumere a carico del Socio, che potranno giungere fino all’espulsione.

Nello  stesso  gruppo  familiare  può  essere  presentata  una  sola  candidatura.

Su  base  volontaria sia  il  candidato  Socio  che  il  candidato  non-socio possono presentare , oltre alla  richiesta di  candidatura,  titoli, competenze, esperienze  precedenti  utili  alla  attività  di  Consigliere.

Art. 17

     Nell’ipotesi in cui vengono a mancare uno o più amministratori e rimanga in carica la maggioranza dei consiglieri nominati dall’assemblea, i superstiti, facendo ricorso al sistema della  cooptazione ex art. 2836 c.c., nominano nuovi consiglieri, tenendo conto prioritariamente del subentro del primo dei candidati non eletti nelle ultime votazioni per il Consiglio d’Amministrazione; fermo restando il quadro normativo tracciato dall’art. 2386 c.c.. Così da reintegrare e rispettare il numero prestabilito nello Statuto (9).

 

Art. 18

     L’occupazione  del  posto  in  spiaggia, comprendente  per  ciascun socio la  dotazione  di un ombrellone, una  sdraia  e  un  lettino, sarà assegnato  annualmente con il  criterio  della  rotazione 1.2.3.-  3.1.2.  -  2.3.1..  Il  Consiglio ha  la  possibilità di  variare tale  dotazione, e  in casi  di  necessità  ed  emergenza    anche  di  ordine  meteorologico, la  dislocazione  degli  ombrelloni  e/o  il  numero  degli  stessi, in tal  caso  andrebbe a derogare il  suddetto  criterio di  rotazione.

I  Soci  morosi  non hanno  diritto all’occupazione  del  posto  in  spiaggia, né  alla fruizione dei  servizi  sociali.  Essi ,  ancorché  abbiano  sanato  la  morosità, possono  subire  la  perdita  del  loro  turno  di  rotazione.

Art. 19

     I  trattenimenti nei  locali  della  sede  sociale  si  distinguono in  ordinari e  straordinari. Sono  ordinari la  conversazione, la  lettura , i  giochi previsti e consentiti dalle strutture ed  impianti  installati dal  Circolo. Sono trattenimenti  straordinari le  feste  da  ballo, i  concerti  musicali, le  conferenze, il  cinema e  simili.  Dei  trattenimenti  straordinari si  dovrà  dare  avviso  ai  soci.  Ai   trattenimenti   straordinari possono  essere invitate persone, munite  del  biglietto  invito,  presentate  dai  Soci, che  saranno  garanti  del  contegno  delle  stesse.  I  Soci  e  gli  invitati sono  tenuti  ad  osservare le  norme e  le  determinazioni  adottate  dagli  organi  sociali. 

Il  Socio  può , previa  richiesta  scritta e  quando  non  intralci l’attività  sociale, ottenere dal  Presidente o  da  persona  da  lui  delegata,  l’uso  degli  spazi  sociali per  organizzare  ricevimenti  privati;  per  tale  uso il Socio dovrà  rimborsare al  Circolo gli  eventuali  costi e  rimane  comunque  responsabile dei  danni  eventualmente  arrecati.

Art. 20

     Tutti  i  Soci  devono  attenersi  alle  norme  dello Statuto e  del  presente  Regolamento, alle  decisioni del  Consiglio  di  Amministrazione,  nonché  osservare le  determinazioni adottate dal  Presidente e  dai  Consiglieri preposti alle  attività  sociali nell’ambito  delle  loro specifiche  attribuzioni.  Tutti  i  Soci  hanno facoltà  di  presentare osservazioni  e  proposte  al  Consiglio  di  Amministrazione.

Art. 21

     Regolamento che disciplina la ripartizione dei ristorni previsti dall‘art. 13 dello Statuto approvato dal’Assemblea dei Soci del 9.7.2016

L'Assemblea ordinaria dei Soci, in sede di approvazione del bilancio, può deliberare che le somme stanziate nel progetto di bilancio a titolo di ristorno, vengano attribuite ai Soci in rapporto ai servizi a loro erogati dalla Cooperativa nell'anno a cui il bilancio si riferisce. L'Assemblea può altresì deliberare che parte dell'utile di esercizio venga ristornato ai Soci secondo le regole di cui al presente regolamento.

Il ristorno deve essere ripartito proporzionalmente alla qualità e quantità dei servizi fruiti dal Socio e pagati alla Cooperativa; pertanto l'ammontare del ristorno destinato ai Soci, fermi restando i vincoli ed i limiti imposti dalla legge e dallo statuto, non può eccedere la quota della voce di bilancio ( conto economico) “ differenza tra valore e costo della produzione (A-B)”. E' tassativamente vietato il ristorno ai Soci degli utili derivanti da vendite o servizi fatti o prestati a non soci, da attività strumentali o accessorie a quella caratteristica e da parte straordinarie.

La quota massima della differenza tra valore e costo della produzione destinabile a ristorno è stabilita applicando allo stesso il coefficiente determinato rapportando i servizi prestati ai Soci ai servizi o alle vendite complessive realizzate dalla Cooperativa, al netto dell'IVA, nell'anno di riferimento.

Nel rispetto del limite massimo stabilito precedentemente l'Assemblea fissa l'importo e le modalità con cui ristornare parte della differenza tra valore e costo della produzione o dell'utile ai Soci, quale restituzione di una parte del prezzo dei servizi a loro prestati.

I Soci ammessi, receduti ed esclusi e gli eredi dei Soci defunti nell'anno in cui il ristorno si riferisce, hanno diritto al ristorno solo sugli acquisti effettuati nel periodo di vigenza dekl rapporto sociale.

Per avere diritto al ristorno, i Soci devono comprovare l'entità dei pagamenti effettuati a fronte dei servizi prestati dalla Cooperativa nell'anno di riferimento, con le ricevute fiscali a loro rilasciate e/o i pagamenti effettuati. Ciò avverrà secondo le modalità disposte dal Consiglio di Amministrazione della Cooperativa.

La Cooperativa in sede di liquidazione del ristorno controlla la correttezza dei dati dei documenti contabili presentati dai Soci e rettifica d'ufficio gli eventuali errori riscontrati.

L'Assemblea delibera, fissandone le quote, che il ristorno venga riconosciuto mediante restituzione delle somme entro il 31 dicembre dell'anno di approvazione della delibera del ristorno a fronte dell'emissione di apposite note di credito.

 

Art. 22

     Quanto  non  previsto  dal  presente  Regolamento può  essere  integrato  dal  Consiglio  di  Amministrazione con  delibere  prese  a  maggioranza  qualificata e  comunicato  ai  Soci nei  modi  d’uso, fatte  salve le  questioni  riservate all’Assemblea  dallo Statuto.

 

 

 

 

 

Contatti:
tel. 06 987 3767 - 334 694 56 26

mail: circolocincinnato@gmail.com

pec: cnc.coop@pec.it

Orario estivo di segreteria:

Tutti i giorni:  8,00/20,00

Circolo Nautico Cincinnato S.C.R.L.

Via delle Robinie, 76
00042 Cincinnato - Anzio (RM)

Cod. Fisc. 82010350583 - P.Iva 02144371008 -

Cod. Univ. KRRH6B9

Albo Società Coop. n. A125446

Privacy e Note Legali

  • Facebook Clean